Musica in Chiesa Coro Gospel
Musica Matrimonio Roma

Musica da Cerimonia

Il Momento della cerimonia che sia con rito religioso o civile è il momento più solenne di tutto il Matrimonio. E’ anche il momento più emozionante quello in cui i due sposi si scambieranno la promessa di unione e amore eterno. Per questa ragione è bene dedicare a questo momento dell’evento la massima cura e attenzione nella scelta dei musicisti e dei brani da eseguire. Cominciamo col dire che le cerimonie religiose si articolano in 12 momenti fondamentali ma solo sei di questi consentono la presenza della musica.

I Momenti in Musica della Funzione religiosa sono:

Ingresso dello Sposo, Ingesso Della Sposa, Alleluia, Comunione, Benedizione delle fedi, Offertorio, Santo, Firme, Uscita

Il primo passo da compiere è quello di decidere se si vuole optare per un repertorio classico o se, consultando sempre il sacerdote, si vuole scegliere un repertorio più moderno in base anche al tono della Cerimonia. Tra i Brani scelti più spesso dagli sposi nei vari momenti del rito troviamo:

  •  Ave Maria (Schubert o Gounod)
  • Pachelbel Canone in Re (Instrumental)
  • Kissing you (Des’ree)
  • La Marcia Nuziale (Mendelssohn e Wagner)
  • The Prayer (Celine Dion& Andrea Bocelli – Contemporary)
  • Halleluja (Leonard Cohen)
  • Gabriel’s Oboe (Ennio Morricone)
  • A thousand Years (Christina Perry)
  • In The Arms of an Angel (Sarah McLachlan)
  • Amazing Grace (Tradizionale)

Per i primi due momenti degli Ingressi abbiamo un’ampia scelta. Soprattutto per l’Ingresso dello Sposo si può scegliere un brano classico strumentale o un brano moderno cantato come Your Song di Elton John o Stand by me nella versione dei Kingdom Choir (che abbiamo potuto ascoltare durante il Royal Wedding).

Per l’Ingresso della Sposa la tradizione vuole la Marcia Nuziale di Mendelssohn ma oggi sempre di più, le spose scelgono un brano moderno cantato come A Thousand Year di Christina Perry (che abbiamo ascoltato nel film Twilight).

Nel Canto al Vangelo abbiamo l’Alleluia. Qui, laddove concesso dal sacerdote, abbiamo spesso intonato con il coro l’Halleluja di Cohen/Buckley ma c’è da dire che essendo un brano profano non tutti ne consentono l’esecuzione pertanto si potrà attenersi all’Alleluia gregoriano classico.

Durante l’Offertorio solitamente sono previsti dalla Liturgia brani come l’Ave Maria, o Panis Angelicus o la più moderna Fratello Sole Sorella Luna o ancora l’Adagio di Albinoni.

Dopo l’Offertorio c’è il Santo che può essere recitato o cantato, il Santo di Bonfitto è il canto adatto a questo momento e possiamo dire obbligato dalla liturgia.

Durante la Comunione invece possiamo eseguire un brano più moderno come His eye is on the sparrow tratto dal film Sister Act ma la scelta può ricadere su qualsiasi brano purché spirituale e morbido.

Arriviamo alla Benedizione delle fedi qui sarà possibile eseguire un brano strumentale poiché non possiamo con il canto sovrastare la parola del sacerdote.

Alle Firme invece si potrà scegliere un brano moderno come Let it be dei Beatles o optare per un tema del maestro Morricone.

Giunti all’Uscita si potrà inserire uno o più brani, nel caso del coro gospel, anche brani tratti dal film Sister Act come I will follow him, Oh Happy Day e infine la Marcia di Wagner.