Location e Ville: la Musica degli Amici

MarryMusica

13 Ottobre 2016

Nessun commento

Pagina iniziale Musica per il Ricevimento

La Location mi obbliga ad affittare l’impianto audio e i suoi musicisti

Capita sempre più spesso che le location per matrimoni obblighino gli sposi ad affittare il proprio impianto audio e non di rado anche il “pacchetto” musica, che il più delle volte però non si rivela all’altezza delle aspettative degli sposi. Ritengo che ci siano due ragioni una buona e una non buona che spingono le ville per ricevimenti a richiedere di affittare la propria strumentazione. Buona ragione dunque richiesta ragionevole : la villa ha un impianto cablato, di filodiffusione di alta qualità che consente la diffusione della musica sia all’interno delle sale che all’esterno.

Cattiva ragione dunque richiesta non ragionevole: la villa ha un impianto povero, mal funzionante ma è quello che il musicista “affiliato” lascia lì in pianta stabile così la location potrà cercare di “vendere” agli sposi il famigerato pacchetto musica consistente 9 volte su 10 in pseudo-tastierista con nome d’arte improbabile dotato di basi musicali alias pianobar (che in realtà schiaccia i tasti a caso) spesso accompagnato da “cantante” femminile e immancabile riverbero tipo Abbazia Benedettina che va bene per una serata amateur o una festa di paese ma magari non è proprio nelle corde degli sposi. (Tutto documentabile basta guardare Youtube!)

Piano Bar per Matrimonio

Posto che tutte le forme “d’arte” sono validissime, che i gusti sono personali e insindacabili, posto che sono sicura che qui fuori è pieno di gente che ama le feste di paese, quello su cui vorrei concentrarmi oggi è: tutte le coppie di sposi che decidono di organizzare il proprio matrimonio hanno il sacrosanto diritto di decidere cosa vogliono e come lo vogliono, ciò significa che la scelta della musica così come qualsiasi altro aspetto del ricevimento deve appunto essere una scelta indipendente e non imposta! La musica come la intendiamo noi di MarryMusica è suonata, live e di classe quindi pianobar per noi è un concetto semplice: c’è un pianista, un pianista vero che ha studiato musica, che lavora nel settore musicale, un musicista versatile, conoscitore dei generi musicali e in grado di soddisfare le richieste degli sposi e via dicendo ed una cantante, una cantante vera con le stesse caratteristiche. E non sono amici, cugini, cognati, zii del proprietario della location. Non è il Pianobar degli amici!

Musicisti Indipendenti

Tutti i nostri musicisti hanno suonato negli anni in diverse location, ristoranti e ville per matrimoni ma MarryMusica non ha alcuna esclusiva con nessuna location poiché siamo un’agenzia “indipendente” che ha come unico obiettivo la qualità e non l’amicizia con i proprietari di ville e ristoranti che impongono spesso persino il repertorio da eseguire!! Non farò nomi.. (NB: se me lo chiedete in privato non so se resisto a mantenere il segreto) ma il maître di sala di una nota villa a Castel Gandolfo, pretendeva da noi musicisti che suonassimo “I Migliori anni della nostra vita” per l’ingresso degli sposi in sala. Gli sposi tuttavia si erano raccomandati esplicitamente di eseguire “When you Say Nothing at all” di Ronan Keating brano del film Notting Hill. Ebbene siccome i nostri clienti sono gli sposi e non le location io personalmente disubbidii al maître che con tutto rispetto fa il maître di sala quindi sarà esperto in mise en place, piatti e pietanze (e ritengo avrebbe dovuto attenersi alle sue mansioni) ed eseguii la canzone richiesta dai miei sposi rendendoli felici e soddisfatti. Non vi dico il maître/sedicente esperto musicale come andò su tutte le furie!

Questa cari sposi è la differenza tra “i musicisti della villa” e un’agenzia “indipendente” vale a dire slegata da dinamiche di amicizie e di denaro nei confronti delle location, che non deve rendere conto a proprietari e maître che li fanno lavorare ma che deve rendere conto solo ai propri clienti ovvero gli sposi (con tutto rispetto per i musicisti delle ville, ovviamente non tutti sono così). Un’altra delle tante assurdità che ho sentito raccontare da una villa a Roma a una coppia di sposi per convincerli a prendere il loro pacchetto musica è stata: “Se non prendete i nostri musicisti i vigili vi fanno la multa”, anche il terrorismo psicologico. 🙂
Ci tengo però a precisare che ci sono location che lavorano in modo impeccabile, con grande professionalità e qualità del servizio così come ci sono musicisti e agenzie di intrattenimenti musicali che fanno altrettanto. Questo per dire che ognuno dovrebbe occuparsi del proprio settore nel rispetto innanzitutto degli sposi e del loro evento, dei loro soldi e nel rispetto di professionisti che operano per rendere speciale e unico un evento, un ricevimento, un matrimonio.

Spero con questo articolo di non avere offeso nessuno ma ritengo che da troppo tempo in Italia e a Roma soprattutto, non ci sia abbastanza chiarezza nei confronti degli sposi che si affidano ai professionisti del settore wedding, settore questo dove alcuni tentano di inserirsi in modo talvolta poco onesto. Cari sposi occhio ai furbetti come sempre in tutti i settori e in ambito musicale affidatevi al suono: suona bene/suona male non alle chiacchiere.